Galati Snc Pietre del Salento Lecce

Una storia che ha le sue radici nel neolitico.

La Galati Snc Pietre del Salento di Lecce nasce a metà degli anni '80 dall’intuizione del suo fondatore Luigi Galati di tagliare i blocchi di carparo in tavelle sottili. L’esperienza di questi anni ci ha poi portato ad estendere la produzione ad altri tipi di pietra naturale locale ed a raggiungere il massimo livello di qualità possibile. Attualmente la nostra produzione comprende, oltre al carparo, la pietra leccese e la pietra bianca corallina.


Abbiamo inoltre incrementato la capacità produttiva con l'acquisizione di nuovi macchinari che ci permettono di lavorare meglio, affinare la produzione e tenere sempre il livello del nostro lavoro al massimo della qualità. Tuttavia alla Galati Snc Pietre del Salento di Lecce il fattore umano resta sempre centrale. Amiamo essere definiti artigiani perché in realtà è quello che siamo, e lo dimostra il fatto che decidiamo pezzo per pezzo quello che ha le caratteristiche di poter diventare prodotto finale.


È l’attenzione alla qualità il nostro tratto distintivo. Che si tratti di piccole o di grandi forniture, la Galati Snc Pietre del Salento di Lecce è sempre in prima linea nella scelta delle migliori materie prime. Riusciamo a garantire alti standard qualitativi grazie a rapporti di fornitura con le più importanti cave della zona che abbiamo consolidato nel tempo.


Il nostro marchio aziendale riproduce il sole. Lo abbiamo scelto perché il sole è uno dei tre elementi riconosciuti come simbolo del Salento: sole, mare e vento.

Il sole, il nostro marchio è tratto dalla rappresentazione che si può ammirare nella pittura neolitica rinvenuta nella “Grotta dei Cervi”. Nel sito, scoperto nel 1970 nei pressi di Otranto e ritenuto il complesso pittorico Neolitico più importante d’Europa, sono raffigurati pittogrammi che risalgono a un'epoca di grande cambiamento per l'uomo e per gli abitanti del Salento.


Il Neolitico è un periodo della Preistoria, l’ultimo dei tre che costituiscono l’Età della Pietra. Neolitico è un termine costituito dall’unione di due parole greche: neòs (nuovo) e lithos (pietra) e significa, letteralmente, L'Età della Nuova Pietra. Il neolitico, infatti, fu un'epoca fortemente influenzata dai progressi e dalle novità introdotte nella lavorazione della pietra. Fu proprio in questa epoca, ad esempio, che l'uomo iniziò a mettere in uso la pratica della levigatura, intorno al 4000/3000 A.C. Sin da allora, nel Salento la pietra ha rappresentato un tratto dominante della cultura locale, testimoniata dalla presenza di numerosi dolmen e menhir, costruzioni fatte di pietre di grandi dimensioni.


Per questo motivo, per il forte legame che unisce i progressi che segnarono una svolta decisiva per l'umanità durante il neolitico e l'attività svolta oggi dalla Galati Snc Pietre del Salento di Lecce, abbiamo voluto adottare quel pittogramma neolitico come trait d'union tra le antiche e le nostre moderne tecniche di lavorazione della pietra.